Come il nano di Arcore !

Prefazione . Cito la storia di una carissima amica . Non ha timore lei a svelarsi , ma ho piacere che lo faccia direttamente di persona quando meglio se la sente . E’ un racconto , un banalissimo racconto di una normalissima cittadina terremotata , già sgambettata dal sisma prima e dallo Stato poi . Il tutto nel giorno in cui il vostro premier fece visita in quel di Medolla .

terremoto_emilia_0

MAI IN VITA MIA SONO STATA COSI’ UMILIATA!

– lory ma tu sei fiero di me?
– certo…..
– anche se la digos mi trattiene? non ti vergogni di me?
– no per niente…basta che non finisci in prigione!
è il giudizio di mio figlio, più di qualunque altro, ad avere un reale peso nella mia vita!

ma andiamo a ritroso
oggi è stata una giornata molto sgradevole, molto, troppo!
– signora si fermi, chi è lei?
(volevo dire: chi siete voi? visto che erano in borghese e non si son nemmeno presentati)
– una cittadina
– e cosa ci fa qui?
– son venuta ad ascoltare Renzi
– ma appartiene a qualche comitato?
– son simpatizzante sisma.12
– allora è di sisma.12
– si lo sono….quindi?
– lei è sola? (ero andata da sola)
– si son venuta sola, vede qualcuno con me?
– fornisca i documenti
– ah prego nessun problema (intanto mi fotografano la carta d’identità e me la trattengono, erano in due)
– aspetti che devo andare a chiedere, si fermi qui!
(ero dopo il cancello, molto prima di entrare nello stabilimento menù)
– chiedere che cosa scusi? non posso entrare?
– DEVO CHIEDERE AI VERTICI PD SE E’ GRADITO IL SUO INGRESSO, NON CREDO LEI SIA UNA PERSONA GRADITA!
– allora sono schedata
– si lei è conosciuta
– ho la fedina penale pulitissima, non ho mai fatto male ad una mosca, sono terremotata e vivo ancora fuori casa…..che pericolo rappresento?
il poliziotto si allontana senza nemmeno rispondermi
allucinata osservo l’altro poliziotto in borghese , sul mio volto un enorme punto di domanda
passano buoni 10 minuti
tutti i medollesi entrano, io bloccata dai poliziotti, come una fuorilegge della peggior specie
i miei concittadini mi guardano….io aspetto inerme la “sentenza del PD”
il poliziotto severo torna, mi rendono la carta d’identità
– può entrare (facendomi capire di non parlare e di non fare confusione, ora non ricordo le sue parole esatte perchè ero allucinata e terribilmente offesa)

mentre procedevo per il lungo tratto che portava all’ingresso della menù non son riuscita a trattenere le lacrime perchè ho pensato quanto segue:

– son una cittadina medollese da 41 anni, onesta lavoratrice e madre, ho sempre lavorato e basta e pagato le tasse, ho contribuito al bene del mio paese, ho aiutato durante il sisma (senza indossare nessuna divisa), son terremotata e son ancora fuori casa ed ora vengo trattata come una malvivente, perchè devo superare l’esame della Digos, perchè devo passare l’approvazione dei vertici del PD e perchè W la democrazia!
– mio padre ha lavorato una vita per il Sig. Barbieri ed ora se fosse a conoscenza di questa ingiustizia, inorridirebbe….(e forse anche il Sig. Barbieri ) , in fin dei conti ero a casa del Sig. Barbieri, non in una sede PD

morale: cari Medollesi , e non, guardatevene bene dal far parte di comitati a difesa del territorio, guardatevene bene a scrivere qualsivoglia critica nei confronti del PD sul vostro profilo facebook, altrimenti finirete per essere schedati dalla polizia e subire umiliazioni di questo calibro
W LA DEMOCRAZIA (formato Benito)
un ringraziamento particolare al PD per avermi “consentito” di entrare nella proprietà del Sig. Barbieri
(per la cronaca , c’erano più forze dell’ordine in borghese che cittadini spettatori dell’evento….sappiatelo).

Ora ritorno io , come Marco Zanerini , come portavoce di un episodio che gli elettori pd non sapran mai, o se lo sanno fan finta di niente. Perchè diversamente avrebbero finito le giustificazioni. Avrebbero finito di votare un partito che di democratico ha solo il nome , ma che pero’ ha un premier : si , come il nano di Arcore !

Annunci

4 thoughts on “Come il nano di Arcore !

  1. io sono Anna B., la “protagonista” del fatto, realmente accaduto venerdi scorso in quel di Medolla. Confermo parola per parola quanto avvenuto e confermo tutto il mio rammarico e l’indignazione per essere stata trattata come una criminale, nel mio paese dove vivo dalla nascita, dove pago le tasse e dove ho sempre cercato di portare qualcosa di positivo per il buon andamento del mio paese.
    Non soffro di protagonismo, il post l’ho scritto venerdi sera tardi in preda allo sconforto,nella mia bacheca di facebook;
    poi gli amici l’han fatto girare e così gli amici degli amici.
    In parte mi infastidisce quest’attenzione mediatica, ma in parte mi fa piacere sapere che il messaggio venga diffuso, quel messaggio di mancata democrazia, quella che tanto vanno riempiendosi la bocca gli esponenti del PD.
    Benito almeno si palesava nel suo essere dittatore, questi qui lo fanno subdolamente, il che è anche peggio.
    grazie
    anna

  2. la cacocrazia…….si…e sarà sempre peggio con questa feccia al potere..e con la massa di pecoroni rintronati a sostenerla

  3. Grazie Anna B. per il tuo commento al post. Qui per il momento non abbiamo subito atti di censura o controllo(se non quella del moderatore del blog) e quindi sei libera di scrivere quello che pensi! Grazie anche a Marco che ci ha reso partecipi di questo fatto gravissimo successo a pochi km da noi, da parte di chi invece di difendere i deboli e gli onesti cittadini, preferisce soffocare e reprimere qualsiasi gesto che vada contro al potere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...