SCUOLA PUBBLICA = PRIVILEGIO

Il tema scuola in Italia è scottante , come lo sono centinaia di altri temi di carattere primario . Quelli che coinvolgono le famiglie di tutti i giorni , quelle famiglie che non sopperiscono a un problema con qualche banconota da cento euro . Stavolta nello specifico siamo nella nostra Ravarino , a chiedere che non venga tolta nella scuola materna una sezione a tempo pieno . Una spada di Damocle che da anni incombe su di noi , magari non sempre sotto la medesima forma ; ma l’importante è tagliare . Si spazia dai fogli A4 alla carta igienica , dai rotoloni per le mani alle uscite teatrali … fino ai più drammatici tagli di copertura scolastica , quasi come fosse una presunzione avere un posto di lavoro per entrambi i genitori , quasi ti valutassero la prole come fosse un pacco postale che non sai dove recapitare . Il rischio in questione dovrebbe far riflettere ; dovrebbe far capire che è una goccia nel lago , fra tutte quelle angherie che il nostro Stato ha prodotto . Ed è quindi non meno importante capire anche da che sacco arriva questa farina e chi ha permesso col suo voto di far fare tutto ciò a questi sacchi . Non so se sono stato chiaro . Comunque noi , a voce del Movimento 5 Stelle di Ravarino , appoggeremo in toto la petizione ; faremo tutto ciò che democraticamente sarà possibile , perchè un disagio simile non ci coinvolga . Il fatto che dica “ ci “ è importante e non va sottovalutato ; non sempre bisogna andare in trincea solo dove si è direttamente interessati . L’ultimo sisma ha detto molto in materia .
Mi raccomando quindi : firmate , divulgate , fate capire a chi avete vicino e anche a chi avete lontano , che davanti a un ingiustizia non la si prende persa a prescindere . L’unione fa la forza ; mai luogo comune fu più azzeccato !

Immagine

Porca vacca : non ho il segnale !

Immagine

Tema abbastanza complesso , l’antenna Wind situata in quel di Rami . Qui si apre un mondo di ipotesi , un mondo di quesiti , di perché e di per come ; e soprattutto di sapere se si ha realmente la situazione sotto controllo . Il Comune è stato parte integrante dell’operazione ; a detta di chi l’ha vissuto dalla “ stanza dei bottoni “ , la popolazione è stata informata per tempo , nei primi mesi del 2014 . Sono state informate nello specifico circa una settantina di famiglie , di cui quasi un quarto soltanto ha presenziato alla messa a conoscenza dell’opera . Opera che però ebbe già il benestare in una delibera comunale del 10 dicembre 2013 . In quella sede vennero anche definiti tutti i vari passaggi , fra cui anche quel canone di 5000 euro annui , che il Comune stesso deve intascare in due rate semestrali ; questo salvo aggiornamenti di variazione dell’indice ISTAT . Poi , come in tutte le cose , ci sono i pro e i contro . Qualcuno avrà manifestato la carenza di segnale ; il “ perché non va ! “ o il “ qui non prende “ , ci sta . Resta comunque non sottovalutabile il problema biologico . Dove stia la verità non lo so e non sono certamente io la persona idonea a tirare le somme . Università americane , tedesche e anche finlandesi , parlano di conseguenze fisiche molto rischiose , nei dintorni di questi complessi ; quasi peggio per chi è un tantino più distante , rispetto a chi è subito sotto . Si spazia da sintomatologie un tantino blande quali cefalee e/o insonnia , fino a quelle più drammatiche tipo tumori o leucemie . Soprattutto a livello infantile . O almeno , dichiarano che chi abita nei pressi di questi impianti corre un rischio di 2/3 volte superiore allo standard . Ma del resto , al giorno d’oggi , dove sarebbe l’isola felice ? Fioriscono comunque uno o più comitati ; chi non lo vuole per timore fisico , chi per estetica , chi perché non è stato interpellato nei tempi idonei … senza dimenticare che comunque , chi si ritrova ad abitare nei pressi di questi impianti , intasca automaticamente una svalutazione immobiliare . Pensate che per assurdo ci vorrebbe una rete di juta , per cercare di schermare la casa . E chi mai lo farebbe ? Premesso che comunque se , il Comune stesso, facesse anche un imperterrita opposizione , le compagnie andrebbero nella direzioni di proprietari privati e quindi il problema sarebbe solo spostato di un po . Il business è business . Vedremo . Vedremo e terremo monitorato . A volte , volere la tecnologia al top e sotto casa , potrebbe avere un prezzo molto salato .

 

I nodi al pettine .

Noooo , mineo no ! Proprio lui no ! Me lo ricordo ancora alla mattina , su Rai 3 , con quegli occhiali che si ricongiungevano nel mezzo , con quell’aria un po mite e un po ecclesiastica , sempre in costante critica col 5 Stelle … “ Mah , Grillo , i grillini , chissà poi cosa vogliono , boh , chissà chi sono !” E stavolta tocca a lui subire il “ taci , o così o aria ! “ Ma come , lui che arrivava da quella sfera totalmente democratica , dove a differenza degli altri partiti li non c’erano diktat da seguire … e invece ? E invece sfiducia sfiduciata . Eccome . Se è vero che lui ha un suo credo politico , se è vero che è contro al suo capo , reo tra l’altro di aver scambiato i figurini con quell’altro di Arcore , allora è il classico esempio di “ vigliacca se mollo la sedia ! “ Se non ti riconosci più nel partito , tu e gli altri della baracca , perché non mollate tutto e ve ne andate ? E’ una pensionistica che fa troppa gola ? E soprattutto , renzi ha assunto questo atteggiamento soltanto da ieri l’altro ? Se lo ricorda forse eletto col voto del popolo ? Ah , i nodi se vengono al pettine ! Ma cosa pensava , che renzi prendeva il 41% per lasciare il paese in mano a lui ? Bene :Immagine siamo solo all’inizio delle danze .

 

CONTRO UNO STATO CHE CI TARTASSA ECCO LA PROPOSTA A FIRMA M5S

Carla Ruocco

Imposte che cambiano di continuo, aliquote impazzite, norme schizofreniche. Per i contribuenti oltre al danno c’è la beffa: non soltanto pagano sempre di più per colpa di governi che fanno finta di abbassare le tasse e invece poi le alzano di continuo, ma soprattutto spesso non sanno nemmeno quando, quanto e come devono pagare.

Ecco perché abbiamo depositato una legge costituzionale che tutela finalmente il cittadino di fronte agli abusi del fisco. I portavoce alla Camera M5S annunciano la presentazione di un progetto di legge che inserisce nella Carta fondamentale alcuni principi dello Statuto del contribuente.

La legislazione fiscale è impazzita, mancano del tutto trasparenza, semplicità e irretroattività. La vicenda Imu-Tasi è solo l’ultimo di una serie di casi scandalosi che vedono lo Stato violare le proprie stesse regole. I cittadini sono sepolti sotto tonnellate di carte e adempimenti e devono rivolgersi per forza a consulenti fiscali o ai Caf…

View original post 52 altre parole

GLI AUMENTI DI RENZI!!!! BASTA MENZOGNE!!!

La grande Carla Ruocco fa luce sulle menzogne dell’ebetino di Firenze.

Carla Ruocco

Grazie al governo Renzie, ci saranno subito benzina e riscaldamento più cari per sostenere l’Expo 2015. Infatti, nel decreto sull’emergenza abitativa, il cosiddetto ‘DL casa’, all’articolo 13, vengono destinati, dal governo Renzie, ben 25 milioni di Euro, per l’Expo 2015! Sì, avete capito bene, sembra impossibile ma è così. Renzie stanzia altri 25 milioni di euro per continuare a foraggiare col sudore e col sangue dei cittadini, quella cupola politico-affaristica chiamata Expo 2015. Infatti, quelli che sosterranno questa cifra saremo, ovviamente noi, dal momento che, grazie ad un emendamento a prima firma Rossi (ovviamente del pd), è passato un emendamento che aumenta, per 13 milioni, già dal 2014, le accise proprio sui prodotti energetici e sul riscaldamento ad uso civile. Come dire, i loro sporchi affari pagati direttamente col nostro portafoglio. Quindi, le accise aumenteranno grazie a Renzie più e più volte: per l’Expo, come appena visto, per coprire, come…

View original post 69 altre parole