Corchiano (VT) un esempio da copiare! A Ravarino è utopia?

Capita di rado di vedere durante il TG1 qualche servizio interessante. Naturalmente le notizie migliori devono lasciare spazio ad argomenti tipo: cosa dice Renzi? Cosa ha fatto Renzi? Cosa ha mangiato Renzi? quanto è bravo Renzi…e cosi via…di puntata in puntata vengono snocciolate a profusione le indiscusse qualità dell’amatissimo (e bugiardissimo) Pinocchio premier (non eletto) italiano. Stasera per caso mi sono imbattuto in un servizio minuscolo, mandato in onda probabilmente per sbaglio, senza troppa enfasi, come si fa sempre per le cose “poco” significative per l’italiota medio. La domanda è sorta spontanea: ma tutto questo per Ravarino resterà un’utopia? penso proprio di si, visti i tempi lunghissimi di realizzo del porta a porta per i rifiuti, vista la lentezza “imbarazzante” della maggioranza che governa Ravarino nel prendere anche la più piccola iniziativa a vantaggio dei propri cittadini.

Ma dopotutto ai Ravarinesi non importa nulla, la TARI aumenta…ma nessuno protesta!

2015-09-22 23_52_25-TG1 - VITERBO - CORCHIANO Comune virtuoso

VITERBO – CORCHIANO Comune virtuoso

Fonte : TG1- RAI

Amianto: dagli ospedali alle scuole, Modena è ancora prima. E a Ravarino???

Ben 18 istituti frequentati da ragazzi e non mancano palestre e municipi.

Ma spesso il «veleno» è incapsulato

Pochi giorni fa il ‪#‎M5S‬ di Modena aveva chiesto spiegazioni riguardo le coperture in amianto a Ponte Alto sede della festa Pd. il Sindaco Muzzarelli aveva etichettato i consiglieri del M5S come “ispettori di polizia”, liquidandoli con fastidio per le domande scomode. Oggi con la nuova mappatura di Arpa scopriamo che Modena si conferma la provincia con maggiore contaminazione di amianto dell’Emilia-Romagna! Tra cui ben 18 istituti frequentati da ragazzi! Ora mi aspetto che il focoso sindaco di Modena dia delle risposte e in fretta. E oltre a rispondere faccia seguire subito fatti in merito alle bonifiche. L’amianto porta alla morte; voi mandereste i vostri figli in una scuola con l’amianto? Io no. Perchè gli universitari e i genitori non si organizzano e scrivono una lettera al Sindaco per chiedergli tempi certi?

Leggi l’elenco degli edifici con l’amianto ► http://goo.gl/v2ezfo

Fonte: Prima pagina del 20. 06, 2015

Hera acchiappatutto…e noi paghiamo!

Visto che l’assessore all’innovazione di Ravarino (e tutta la maggioranza) ha bocciato la nostra proposta di riprendere i consigli comunali di Ravarino perchè costava troppo (ma poi ne spendono 7000 in unione del sorbara per uno scanner (anzi 2) che neanche la NASA ce l’ha), noi vi facciamo vedere altri consigli comunali. Sentite cosa ha detto Filippo Gianaroli consigliere comunale del M5S a Castelvetro. Si parla di Hera, che di recente ha acquisito nel silenzio più totale SORGEA e quindi le reti idriche di Ravarino. Poi non lamentatevi se aumentano le tasse…HERA è QUOTATA in BORSA e deve far guadagnare i suoi azionisti…indovinate da dove prende i soldi??? E i nostri amministratori acconsentono in silenzio. ‪#‎SvegliateviRavarinesi‬

Così il contenitore per il panino può diventare una pianta

packaging-alimentare-biodegradabile-michael-marko-1

Come tutti sanno le 5 stelle nel simbolo del MoVimento sono i 5 punti cardine del programma: ambiente, acqua pubblica, mobilità sostenibile, sviluppo e connettività e in tutti i programmi elettorali delle liste M5S viene dato ampio spazio al problema dei rifiuti e del loro riciclo. Non da meno il programma della Lista Ravarino 5 Stelle.

Le idee e le proposte per ridurre l’inquinamento sono varie e più svariate e non di certo valida è la soluzione Inceneritore che purtroppo le giunte e i governi di Sinistra (ma anche di Destra) invece sostengono. Vi siete mai chiesti il perchè?

A proposito di rifiuti e di riciclo vogliamo segnalarvi questo articolo sul Blog “NON SPRECARE” che parla di un’invenzione curiosa ma geniale di un giovane studente di design dell’Università Bata di Zlin in Repubblica Ceca. E’ poca cosa, ma sapere che la vaschetta del tuo pranzo anziché riempire un inceneritore e inquinare il paese in cui vivi si trasforma in un fiore nel tuo giardino o terrazzo, non è male…chissà mai possa diventare realtà?

Clicca qui per leggere l’articolo: Così il contenitore per il panino può diventare una pianta

Fonte: http://www.nonsprecare.it

 

Un mare … di guai !

Si lo so , lo so : lo so che a Ravarino non c’è il mare . Ma non per questo rimango indifferente a ciò che vuol fare il nostro governo . Mi capita spesso di buttare l’occhio su come ecologicamente trattiamo i nostri territori ; non poche volte pero’ sono in conflitto coi nostri governanti . Che ovviamente sono guidati in maniera ” burattinoide ” dai potenti , da coloro che quando entrano in banca sfilano sul tappeto rosso . E stavolta la porcata riguarda i nostri mari . Già sono martoriati di suo a più non posso , già sono diventati veri nidi di rifiuti di ogni genere , ma non è tutto ; il governo sta valutando seriamente d’innalzare i limiti di emissione di scarichi nel mare da parte delle industrie . Anche se si tratta di materiale tossico o nocivo . Tutto questo in un famigerato ” decreto crescita “, più nello specifico nell’articolo 13 comma 7 . Purtroppo nel marasma di chi ne trarrà beneficio ci saranno anche coloro che in mare riversano scarichi chimici e scarichi da raffinerie . Una cosa da niente . Probabilmente il tutto rientra in un piano per far rilanciare l’economia , tanto che addirittura verranno ulteriormente semplificate e rese meno contorte , anche le opere di bonifica . Dispiace che alla consolle decisionale ci sia un Ministro , a cui solo a presentarlo occorre almeno mezzo minuto : Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare . Tra l’altro un bolognese , che però ha poco da spartire col sottoscritto e con le mie origini , considerato che è un fiero sostenitore della produzione di energia nucleare nella nostra regione . Sempre , a sentir lui , che si tratti di opere sicure . Ma stabilite sicure poi da chi ? E con che criteri ? Abbiamo già visto come regna l’imparzialità , quando si tocca l’argomento correlazioni sisma e attività estrattive . E allora chissà , forse il nostro futuro balneare verrà stravolto . Forse avremo immense spiaggie bianche in stile Rosignano Solvay ; no , niente di caraibico , anche se magari c’è chi ci vuol mettere nel litorale la mitica bandiera blu . Qui si tratta di carbonato di calcio , mercurio , cromo , arsenico , piombo ….. addirittura limitando i tempi di balneazione . Poi non so : vi va bene ? Non vi va bene ? E’ sempre questione di collegare chi decide cosa e chi abbiamo votato . Insomma , guardo la mia riviera e pensomare : un mare …. di guai !