SMOG. A MODENA ARIA PESSIMA MA M5S HA UN PIANO

Piano antismog priorità nazionale e locale M5S

“Mentre la Germania si scandalizza per i test sui gas di scarico delle auto testati sulle persone, i cittadini della provincia di Modena, a loro insaputa, potrebbero essere già pronti per i test . Lo diciamo con ironica amarezza, il policlinico universitario di Modena se volesse potrebbe avere a disposizione per i test tutti i cittadini di Modena e provincia che nel 2017 sono stati sottoposti a 83 giorni di sforamenti dei limiti di PM10 e 158 giorni di sforamenti dei livelli di ozono. In tutto ciò a Modena si continua a nascondere le polveri fini sotto al tappeto: ci si è infatti inventati un sistema di monitoraggio che evita di far scattare i provvedimenti così nonostante siano ben 8 gli sforamenti degli ultimi 10 giorni non è ancora scattato un provvedimento emergenziale. Si vuole evitare così di informare i cittadini, soprattutto in campagna elettorale”. A parlare sono i candidati M5S della provincia di Modena che commentano così i dati del Rapporto Mal’Aria 2018 di Legambiente in cui la provincia di Modena risulta tra le più inquinate in Italia e in assoluto la più inquinata dell’Emilia Romagna. “Sappiamo tra l’altro- aggiungono i candidati- che il Policlinico di Modena è già in allerta sul problema dell’impatto dell’inquinamento dell’aria sulla salute e ha già organizzato in passato convegni con esperti mondiali sul tema della malattie croniche dell’apparato respiratorio perché i dati sanitari di Modena già qualche anno fa erano effettivamente allarmanti: su circa 600.000 persone in tutta Italia che soffrono di malattie dell’apparato respiratorio sembrerebbe che 60.000 siano concentrate nella sola provincia di Modena”.

“Oltre al primario problema della salute dei cittadini, l’inquinamento si traduce anche in un problema economico –spiegano i candidati- non solo per il costo delle cure sanitarie ma anche per via delle multe comunitarie che presto arriveranno perché il nostro Paese non sta rispettando i limiti di inquinamento e non sta programmando un serio piano per il miglioramento della qualità dell’aria. Il Movimento 5 Stelle –ricordano i pentastellati- nell’ultima legge di bilancio aveva presentato un articolato pacchetto di emendamenti, tutti bocciati dal PD e dalla maggioranza, che sono diventati la base del nostro programma per il risanamento dell’aria, soluzioni concrete che guardano non al prossimo anno, ma ai prossimi decenni. Le domeniche ecologiche e lo stop alle auto non bastano più ma serve un’azione politica organica e strutturata: proponiamo misure per investire nelle energie rinnovabili, sviluppare il verde e la riforestazione urbana, potenziare i controlli, il monitoraggio e la ricerca ambientale, investire su mobilita’ sostenibile e condivisa, incrementare la flotta dei veicoli elettrici per il trasporto pubblico urbano, bloccare la costruzione di nuovi impianti inquinanti. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, non possiamo ignorare infatti che oltre oltre ai gas di scarico dei veicoli ci sono ovviamente tante altre fonti di inquinamento dell’aria e, tra queste, un posto di rilevo spetta purtroppo agli impianti industriali di incenerimento dei rifiuti”.

“I no ingiustificati del PD che ci hanno fatto più male sono stati quelli contro i 20 milioni di incentivi agli enti locali per promuovere il car sharing elettrico, o contro 150 milioni di euro per il rinnovo del parco dei bus passando dal sistema diesel a quello elettrico o contro l’istituzione di un fondo da 20 milioni di euro per la conversione ecologica dell’agricoltura, in particolare per il contrasto delle emissioni prodotte dallo spargimento di liquami e dall’uso fertilizzanti. La proposta poi che portiamo avanti da sempre –concludono- è quella di spostare le risorse pubbliche destinate alle grandi opere infrastrutturali inutili alla manutenzione e al miglioramento delle strade e delle ferrovie esistenti. Concretamente in provincia di Modena dovremmo partire proprio da qui: dal destinare le risorse pubbliche previste per la Bretella di Campogalliano-Sassuolo e quelle risparmiate trasformando il progetto della Cispadana in una superstrada ad investimenti utili a migliorare il trasporto merci locale con l’attivazione dello scalo merci di Marzaglia e al miglioramento delle ferrovie locali e in generale del trasporto pubblico, incentivando così i cittadini a lasciare l’auto a casa. Si tratta di misure che contemporaneamente fanno il bene della qualità dell’aria, della salute dei cittadini, della viabilità e in generale della qualità di vita del territorio”

Annunci

Ma adesso chi voteresti ?

E adesso è il tema del giorno . Ma si , la FIOM , col suo leader , con la folla e tutti i più buoni propositi del caso . Certo . Ma da chi poi e per cosa ? Intanto parliamo di un leader che non è in politica . Dispiace per tutti quelli che sono accorsi alla manifestazione , con tanto di falce e martello , nostalgica , con qualche bandiera greca , con una voglia matta di vedere salire in cattedra qualche partito di sinistra . Solo che il signor Landini rappresenta “solo” un sindacato , tra l’altro di scarsa considerazione dallo Stato . Pertanto politicamente la sua parola influisce come se la dicesse un rappresentante di una altro ente o di un azienda : cioè pochissimo . Tutti emblemi che nei seggi non ci sono . Ma avrebbe poi attirato in manifestazione chi ? Immagino chi è rimasto schifato dalla riforma del lavoro . Ora , non è che voglia sempre rigirare il coltello nella piaga , ma cavolo , di tutti i manifestanti che erano presenti a Roma , nessuno alle ultime elezioni ha votato pd ? O in quelle poco precedenti ? Fatico molto a crederci . E allora vedere gente che va in piazza a contestare quelli che han votato , non è mica tanto normale . E magari , se domattina si andasse alle urne , li tornerebbero a votare di nuovo . Mamma mia , che pazienzone che ci vuole . Comunque tanta voglia di comunismo , se caso una crocetta al pd o addirittura alla destra o al non voto , ma col cavolo che lo danno al 5 stelle . Sia mai .

Elezioni Regionali 2014 – Firma Day

Firma day 18 ottobre

Ti aspettiamo presso il piazzale del palazzetto dello sport a Ravarino, Sabato 18 ottobre dalle 9,30 alle 17,30 circa. Oppure recati all’anagrafe del comune di Ravarino e richiedi di firmare per la raccolta firme del M5S per la lista delle Elezioni Regionali dell’Emilia Romagna. Non perdere questa occasione di cambiare le cose!

RICORDATI DI PORTARE LA CARTA D’ IDENTITA’ VALIDA!

Dr. Jekyll e mr. Hyde .

DrJekyllMrHyde_01_square_medium

E continua in rete il conflitto . In rete ma anche nella realtà quotidiana . Parlo del confronto con chi palesementa ha votato pd ; con chi sai benissimo che ha votato pd . Per tradizione , a prescindere da tutto , senza nemmeno voler conoscere o cercar di apprendere come stanno le cose . E’ cresciuto col pci , va alla festa dell’unità , perciò anche solo parlargli dell’ultimo evento di Venezia è tempo perso . Ti dice che 80 euro per poco che siano sono sempre 80 euro , ti dice che bisogna cercare di essere più solidali con gl’immigrati ( ma siamo forse razzisti ? ), ti dice che renzi è poco che è partito e non gli si può dare delle colpe , ecc ecc . Finchè ecco che arriva la vita reale , quella di tutti i giorni . E io ci parlo con questo “ pesce rosso “ , il cittadino che incontri sotto casa ; una buonissima persona , ma se gli tocchi il pd ti gira le spalle o cambia discorso . Solo che come dicevo prima , c’è la realtà quotidiana ; e qui , il classico “ institutio civitatis “ , mi diventa trasparente . Fino a poco prima fiero di quei fatidici 80 euro ( che poi magari a lui non spettano neanche ) ; ma mi fa notare quanto sia esagerata la tassa dei rifiuti . Proprio da lui dove la giunta è di sinistra , dove magari viene effettuato anche il “ porta a porta “ , dove magari la cittadinanza è molto più attenta di altre . Ma la salassata è enorme . E brucia , cavolo se brucia . Poi mi dice della Tasi ; “ guarda qui , se uno che fa sacrifici tutta una vita per farsi una casina sua , deve anche pagare una tassa allo Stato , senza che lui ti abbia mai aiutato prima ! “ “ E’ giusto ? “ . E poi ciliegina sulla torta ; “ ma è mai possibile , tutti quegli extracomunitari , che non sai neanche cosa fanno tutto il giorno , a cui gli passiamo di tutto , persino le visite , persino le schede telefoniche !”
Ma allora , fino a due minuti prima , che cavolo dicevi ? Capivi quello che dicevi ? Capivi chi stavi votando e come ci stanno tartassando ? E allora perchè da una parte fai la morale e nell’intimo ti stravolgi ? Una premessa la devo fare : tutto ciò che ho scritto è completamente vero ! Ho fatto un mix , fra conoscenti di vario genere ; ho ridotto all’essenziale confronti e dialoghi , ho cercato di entrare nell’intimo del pensiero , senza mai rinnegare dove sta il mio voto politico e dove sta il suo . E io non pretendo che il suo diventi anche il mio ; sarebbe sufficiente che capisse che è il suo che non deve più esistere . La storiella “ ormai alla mia età “ non convince più nessuno , non giustifica più ; è proprio se vuoi bene alle generazioni future , senza che per forza devi avere figli o nipoti ( non è che bisogna far bene solo per interesse ) che devi cercare , se non altro , di essere obiettivo . Con l’aria che tira , non è cosa da poco . Sei falso con te stesso . Ma sinceramente , con questi dottor Jekyll e mister Hyde , l’ho presa persa !

L’Italia da i numeri .

Scheda elettoraleMai luogo comune sembrerebbe più appropriato . Passata l’enfasi concitata del post elezioni , ora c’è la lettura del risultato . Ognuno ne da la propria interpretazione . Personalmente  mi ha molto rattristito . Non tanto perchè il Movimento 5 Stelle non ha vinto : in tutta sincerita’ lo ipotizzavo un tantino azzardato . Non tanto perchè ha vinto il pd : è un voto  basato su tradizioni , su pressapochismo , su consensi di una buona parte di elettorato che secondo me sta sulle sue . Non sa dettagliatamente ne il programma futuro del pd , ne cosa ha combinato al governo . Diversamente, sarebbe un partito invotabile . E superare il 40% non penso che dia prestigio al nostro ” stivale ” . Ma quello che ritengo più grave in assoluto ( e che per me sarebbe il VERO dato ufficiale ) è che sugli aventi diritto al voto , ben oltre il 40 % non ha votato . E’ rimasto a casa , se non che ha fatto i cavoli suoi . Si è completamente estraniato dal tentativo di cercare di cambiare qualcosa . Lo considero gravissimo . Addirittura i dati parlerebbero del 41 % di astensionisti , 24% di pd , 12% al Movimento 5 Stelle , 9 % a Forza Italia e via via tutti gli altri . E allora rimango fermo su un mio pensiero personale : ritengo che sia piu’ che giusto togliere in maniera perenne il diritto al voto a chi lo denigra , a chi non si presenta , dopo un certo numero di votazioni . Referendum compresi . Battersela per chi ti gira le spalle , ti lascia sempre un gusto un po amaro . Ma l’elettorato è quello .