L’Italia da i numeri .

Scheda elettoraleMai luogo comune sembrerebbe più appropriato . Passata l’enfasi concitata del post elezioni , ora c’è la lettura del risultato . Ognuno ne da la propria interpretazione . Personalmente  mi ha molto rattristito . Non tanto perchè il Movimento 5 Stelle non ha vinto : in tutta sincerita’ lo ipotizzavo un tantino azzardato . Non tanto perchè ha vinto il pd : è un voto  basato su tradizioni , su pressapochismo , su consensi di una buona parte di elettorato che secondo me sta sulle sue . Non sa dettagliatamente ne il programma futuro del pd , ne cosa ha combinato al governo . Diversamente, sarebbe un partito invotabile . E superare il 40% non penso che dia prestigio al nostro ” stivale ” . Ma quello che ritengo più grave in assoluto ( e che per me sarebbe il VERO dato ufficiale ) è che sugli aventi diritto al voto , ben oltre il 40 % non ha votato . E’ rimasto a casa , se non che ha fatto i cavoli suoi . Si è completamente estraniato dal tentativo di cercare di cambiare qualcosa . Lo considero gravissimo . Addirittura i dati parlerebbero del 41 % di astensionisti , 24% di pd , 12% al Movimento 5 Stelle , 9 % a Forza Italia e via via tutti gli altri . E allora rimango fermo su un mio pensiero personale : ritengo che sia piu’ che giusto togliere in maniera perenne il diritto al voto a chi lo denigra , a chi non si presenta , dopo un certo numero di votazioni . Referendum compresi . Battersela per chi ti gira le spalle , ti lascia sempre un gusto un po amaro . Ma l’elettorato è quello .

Annunci