Muzzarelli Story: parte 1/3

L’8 giugno a Modena per la prima volta nella storia della cittadina estense ci sarà il ballottaggio per l’elezione del sindaco e il rinnovo della giunta comunale. Per la prima volta il PD (o chiamatelo come volete…io per esempio la chiamo la NUOVA DC) non ha preso la maggioranza dei voti al primo turno….un evento. Per una manciata di voti il candidato Marco Bortolotti  del M5S sfiderà il rappresentante della Nuova DC per la poltrona del primo cittadino di Modena. Noi siamo per il voto consapevole!  e quindi è necessario che tutti sappiano chi è Muzzarelli! poi ci occuperemo anche di Bortolotti!Bisogna conoscere bene i candidati, chi sono, cosa hanno fatto, cosa faranno prima di poter esprimere un voto a loro favore.

10343046_898774843482294_7127164902655993337_n (1)

MUZZARELLI parte 1:

Qualcuno la chiama Peste rossa, qualcun altro la mafia rossa. Qualcuno, qua al nord, chiama l’apparato di governo che è al potere da ben 70 anni, senza soluzione di continuità: “la mafia rossa”. È fuor di dubbio che quando lo stesso partito, o le sue espressioni evolutive, figurative, gestiscono il governo per un periodo troppo lungo, qualche necessaria riflessione si pone. Se da un lato si parla di secolo breve, per descrivere un periodo che iniziato con le guerre in Europa, retaggio dell’800, terminava con il crollo del muro di Berlino e l’esplicito fallimento del comunismo di Stato qua, in Italia, e nel modenese in particolare, il secolo sembra non finire mai. Resiste lo stesso blocco di potere, che se non fosse per lo scorrere del tempo vedrebbe forse anche sempre le stesse facce. La candidatura di Muzzarelli, già sindaco a Fanano 34 anni fa, con il partito comunista, rappresenta una continuità che ancora all’oltretomba. Non è tanto l’aspetto ideologico che fa specie (quale comunismo verrebbe da chiedersi), ma è proprio l’aspetto amministrativo che desta preoccupazione. Senza un ricambio nella responsabilità e nella gestione della cosa pubblica il consolidarsi di metodi, di schemi, di prassi, di equilibri, ingessa e porta alla distorsione democratica da un lato ma anche al radicarsi di corruttele, distorsioni del mercato e malaffare. Se l’occasione fa l’uomo ladro, quante occasioni in 70 anni di potere? Quando l’aria cominciava a cambiare, noi emiliani, più realisti del re, abbiamo immediatamente sposato la tesi del compromesso, detto storico, aprendo alla formale controparte politica le stanze del governo locale. “Cambiare tutto per non cambiare niente”, è una cosa che è venuta naturale, al Sud come al Nord. Del resto cos’è la Mafia? Come scrive Il Sabatini Coletti, Dizionario della Lingua Italiana: Gruppo di persone che usano illecitamente il potere anche a danno di qlcu. o qlco. per conseguire i loro interessi particolari SIN combriccola: m. di partito. Un’idea malsana di sviluppo.

CAVE

Muzzarelli, da assessore della Provincia di Modena, è colui che ha prodotto il piano Cave (1998-2007), cioè colui che ha consolidato la massiccia distruzione del nostro territorio, in nome del progresso. Eletto consigliere della Regione nel 2000 ha presieduto, nella VII legislatura, la commissione Territorio, Ambiente, guarda caso. Rieletto consigliere nel 2005, con una campagna elettorale finanziata dai cavatori a affini quali il Frantoio Fondovalle, Riobeton ecc., ha nuovamente presieduto la stessa commissione Territorio e Ambiente. Dice Defranceschi: “Quando Muzzarelli era assessore provinciale nel modenese curò la redazione del piano delle attività estrattive. Evidentemente i cavatori hanno apprezzato le sue politiche se poi hanno finanziato la sua campagna elettorale 2005”. Nel 2009 diventa assessore regionale alla Programmazione e sviluppo territoriale, cooperazione con le Autonomie locali ed organizzazione. Dal 2010 è assessore regionale alla Attività produttive, piano energetico e sviluppo sostenibile, economia verde, edilizia, autorizzazione unica integrata http://www.comitatonoallecave.com/2010/05/05/lunedi-3-maggio-muzzarelli-sulla-gazzetta/

To be Continued…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...